Una tradizione di Famiglia

Una tradizione di famiglia, nel passato e nel futuro. A Sanza, nel Salernitano, Antonella Confuorto lavora la pasta filata secondo la migliore tradizione. Di padre in figlio, nella sua famiglia, non è mai mancato l’amore per la lavorazione delle paste filate: caciocavallo e fior di latte , soprattutto.

Il latte e le vette del monte Cervati, alle cui pendici si trova il Caseificio Mediterraneo, sono le due passioni dei Confuorto. Percorrendo a ritroso l’albero genealogico di famiglia si scopre che il primo Confuorto di cui si hanno notizie certe, è arrivato Sanza nel XVIII sec., si chiamava Sabino. Possedeva un piccolo appezzamento di terra e qualche pecora, viveva di formaggio. Andando avanti nei decenni i Confuorto, in un modo o nell’altro, sono stati tutti produttori di formaggio. Lo erano il bisnonno e il nonno di Antonella.

Lo sono il papà Michele e il fratello Sabino, il più giovane casaro della famiglia.
Attingendo da questa tradizione familiare il Caseificio Mediterraneo oggi è una piccola azienda con una decina di dipendenti, in grado di fornire formaggi tipici Italiani di grande qualità. Il caseificio rifornisce alcune delle migliori gastronomie nazionali e ristoranti, italiani ed europei. I formaggi del Mediterraneo soddisfano anche i palati più esigenti.

Come per la Burrata, anche per gli altri prodotti le tecniche casearie usate derivano da anni di tentativi e di prove per fornire formaggi freschi e stagionati dal sapore di un tempo… con quel gusto di latte che oggi a volte manca nei prodotti industriali.